La "Domenica del Corriere" e la Grande Guerra

Biblioteca Statale Isontina - Atrio scalone d'onore

lunedì 28 luglio 2014 - Esposizioni

 

L'allestimento di una piccola rassegna espositiva, inaugurata il 28 luglio 2014 a 100 anni esatti dall'inizio della prima guerra mondiale, offre ai frequentatori della biblioteca una anteprima delle immagini della Grande Guerra che attraverso la rivista raggiungevano le famiglie italiane. Ai momenti più significativi (lo scoppio della guerra fra Austria-Ungheria e Serbia nel 1914, l'entrata in guerra dell'Italia nel 1915, la resistenza sul Piave e la chiamata della classe del '99 dopo Caporetto nel 1917, la fine della guerra nel 1918) si sono affiancati episodi riguardanti Gorizia, come la visita di Vittorio Emanuele dopo la conquista della città nel 1916 e la conclusione della corsa ciclistica Pavia-Gorizia nel 1919, nella città non ancora formalmente annessa all'Italia.

Questi i titoli delle tavole esposte nelle bacheche disposte all'ingresso dello scalone principale della biblioteca:

Inizio della guerra austro-serba: combattimento presso il ponte sulla Sava che unisce l'Austria alla Serbia (1914)

L'esercito italiano è in marcia: scompare l'ingiusto confine, cadono gli emblemi del nemico (1915)

Le ignobili armi austriache trovate nelle caverne di Quota 121: mazze ferrate, pugnali di lamiera, coltellacci da pellirosse (1916)

Il Re d'Italia visita Gorizia italiana (1916)

La lotta sul Piave (1917)

Ai giovanissimi tra i valorosi (1917)

Alle calcagna del nemico in rotta (1918)

Nell'ora della gloria (1918)

Una corsa ciclistica che è stata una manifestazione patriottica (1919)